Benvenuta Sig.ra Lucia Errico, Estetista oncologica!

Diamo il benvenuto alla Sig.ra Lucia Errico, Estetista oncologica!!

 

L’ estetista oncologica é una figura specializzata in grade di valutare le tossicità cutanee di chemio e radioterapia e di applicare protocolli estetici mirati.
Questi protocolli sono stati messi a punto dalla stretta collaborazione di oncologi, chirurghi plastici, fisioterapisti e docenti specializzati in cosmetologia.
La qualità della vita di un paziente oncologico, grazie a trattamenti estetici adeguati, migliora dimezzando Io stress emotivo.
Un aiuto in più per affrontare con serenità i cambiamenti estetici dovuti agli effetti collaterali dei farmaci durante il percorso terapeutico.

 

Sabato 25 Febbraio: Giornata Promozionale Massaggio Bio-Energetico

SABATO 25 FEBBRAIO
GIORNATA PROMOZIONALE
MASSAGGIO BIO-ENERGETICO
“Ali di farfalla”

GIORNATA PROMOZIONE

Un’occasione dedicata a mamme e a papà
per apprendere la tecnica del massaggio neonatale, utile per instaurare una dolce relazione con il bambino, superare i disagi del parto, i disturbi del sonno, dell’apparato gastroenterico.
Pratiche e consigli per il benessere.
La Naturopata Fulvia Montali vi aspetta con il vostro bambino!

€30 anziché €60

Prenota il tuo appuntamento c/o Studi Medici San Michele al n. telefono 050 8068201

Massaggio Bio-energetico neonatale e infantile “Ali di farfalla”

Il massaggio bioenergetico dolce neonatale di Eva Reich è chiamato “a farfalla” perché consiste in un tocco lieve su tutta la pelle, con l’effetto di attivare armonicamente tutte le funzioni vitali e rinforzare il sistema immunitario. È così delicato che agisce sulla pelle e non sui muscoli ed è speciale perché non è una tecnica, ma un vero e proprio gesto d’amore. Il massaggio non va svolto per il bambino, ma con il bambino per migliorare il rapporto reciproco.   

Nella fase pre-natale il bambino è costantemente massaggiato e stimolato. Si trova all’interno dell’utero dove si muove e fa capriole grazie alla presenza del liquido amniotico. La mamma in gravidanza cammina, cambia posizioni, danza, parla, mangia e, anche grazie a questo, il bambino è in continuo movimento.

Nella vita post-natale, il contatto tra mamma e bambino, stimola l’ossitocina che è l’ormone dell’amore e che predispone all’accudimento e al legame e tramite il massaggio sistematico di tutto il corpo si può produrre un effetto stimolante e armonizzante di tutte le funzioni vitali, tanto da comportare un rafforzamento del sistema immunitario del bambino, superare i disturbi post parto, coliche, disturbi dell’alimentazione ed insonnia.

Il massaggio consiste in 3 tipi di tocco: la carezza lunga, i cerchietti ossia piccoli movimenti rotatori e la vibrazione, che è un delicato movimento vibratorio con le dita.

Un massaggio non solo per i più piccoli

È interessante sapere che il massaggio bioenergetico può essere fatto anche ai bambini più grandi per aiutarli a superare disturbi del sonno, dell’alimentazione, in situazioni di adozione o ospedalizzazione.
“La pelle è come un secondo cervello”, infatti si dice che sia il contenitore della vita psichica.
Proprio per questo motivo è molto importante che le “coccole” siano di qualità!

Che cos’è il Test di Schirmer?

Bruciore.

Sensazione di avere un corpo estraneo sulla superficie dell’occhio.

Forte fastidio alla luce (fotofobia).

Fastidio e difficoltà nell’apertura della palpebra al risveglio.

Sono i classici sintomi che evidenziano problematiche a livello di secrezione lacrimale.

La corretta quantità e qualità di lacrime è essenziale per la salute dell’occhio che, in caso contrario, può incorrere nella cosiddetta “sindrome dell’occhio secco”, una fastidiosa patologia oculare dovuta appunto ad una ridotta produzione lacrimale (ipolacrimia) o ad un’eccessiva evaporazione lacrimale (dislacrimia).

Per quantificare se la quantità di secrezione lacrimale è adeguata, risulta utile il Test di Schirmer, uno dei test più utilizzati per la sindrome dell’occhio secco; non è un esame doloroso nè invasivo.

Come si svolge il test di Schirmer?

Questo si esegue posizionando due striscioline millimetrate di carta assorbente nel fornice congiuntivale del paziente; dopo circa 5 minuti si misura la porzione di strisciolina inumidita dalle lacrime.

Al di sotto un certo valore (15 mm nei giovani e 10 mm negli anziani) si definisce l’occhio come secco, per cui è necessario ricorrere ad una terapia sostitutiva.

Il Test di Schirmer è inoltre utile per diagnosticare una disfunzione lacrimale da ridotta produzione causata anche da altre patologie non oculari come il Lupus Eritematoso Sistemico, l’Artrite reumatoide e la Sindrome di Sjogren o per cause iatrogene legate all’assunzione di farmaci.

L’esame non comporta alcun rischio per il paziente e non è doloroso sebbene talvolta, in caso di pazienti particolarmente sensibili, si preferisca instillare un anestetico locale nell’occhio prima di inserire la carta da filtro per evitare la lacrimazione “riflessa”, dovuta all’effetto irritante della carta. L’uso dell’anestetico assicura che venga misurata solo la secrezione “basale” delle lacrime.

Prenota il tuo appuntamento per eseguire il Test di Schirmer col Dott. Francesco Sartini, Oculista

c/o Studi Medici San Michele al n. telefono 050 8068201

Benvenuta Dott.ssa Alessandra Metta, Psicologa!

Diamo il benvenuto alla Dott.ssa Alessandra Metta!!

La dott.ssa Alessandra Metta ha conseguito la Laurea in Psicologia del Ciclo di Vita e dei Contesti, presso l’Università degli Studi di Firenze con votazione 110/110 e Lode.
In seguito, si è abilitata alla professione di psicologo ed è iscritta all’Ordine degli Psicologi della Toscana (n.8560). Ha inoltre conseguito il titolo di psicoterapeuta presso la scuola di specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale (CTCC) di Firenze.

Si veda il dettaglio >>